Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

Share
Facebook Twitter

BAIL-IN

 

Dal 1° gennaio 2016, i costi per salvare una banca in crisi non ricadono più sui contribuenti, ma sugli azionisti e i risparmiatori della banca stessa.

Lo stabilisce la nuova normativa europea sulla gestione delle crisi bancarie per evitare che gli effetti del dissesto si propaghino sui bilanci degli Stati.

Il cliente può valutare la solidità della banca controllando un indicatore denominato CET1 ratio.

Più alto è questo valore percentuale più la banca è solida. Le norme europee prevedono un requisito minimo di capitale complessivo del 10,50%.
 
La media del sistema bancario italiano è dell'12,33% mentre la media delle Casse Rurali Trentine è del 16,02%.
 
La Cassa Rurale d'Anaunia ha un valore CET1 pari a 18,16%.