Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

Share
Facebook Twitter

Family Audit - il percorso

 
 
Il Family Audit è un progetto con delle fasi ben precise.
 
Nella fase preliminare l’azienda esprime all’Agenzia della Famiglia della Provincia Autonoma di Trento il proprio interessamento ad avviare il progetto Family.
 
Nella prima fase l’azienda analizza il contesto organizzativo e i bisogni conciliativi dei propri collaboratori.
 
Il gruppo di lavoro interno elabora un “Piano delle attività”, ovvero una serie di azioni per migliorare la cultura della conciliazioni in azienda, volte a soddisfare al meglio i bisogni conciliativi dei dipendenti e dell’azienda.
 
Il “Piano delle attività” viene esaminato da un valutatore esterno, presentato al Consiglio dell’Audit, ente nominato dalla Provincia, e se ritenuto idoneo rilascia  all’azienda il Certificato -  Base Family Audit.
 
La fase successiva invece prevede la realizzazione delle azioni previste nel Piano delle attività.
L’azienda ha tempo tre anni per raggiungere gli obiettivi prefissati, avvalendosi anche del supporto del gruppo di lavoro interno e di eventuali consulenti esterni.
 
Ogni anno è prevista una verifica dei risultati ottenuti da parte del valutatore esterno.
 
Al termine di questa fase il Consiglio dell’Audit, con il supporto del Valutatore, verifica l’efficacia del processo e se l’azienda ha raggiunto tutti gli obiettivi rilascia il Certificato Finale Family Audit.
 
Per ulteriori informazioni sul Family Audit visita il sito www.familyaudit.org.